PERFORMANCE MANAGEMENT

Sistemi premianti e percorsi di crescita

SISTEMA PREMIANTE

“Dimmi come mi misuri e ti dirò come mi comporto”

Il raggiungimento dell’obiettivo aziendale non può prescindere dal coinvolgimento dei collaboratori che, se correttamente indirizzati e stimolati, saranno parte attiva del suo conseguimento. Come creare la giusta motivazione e partecipazione? Attraverso la costruzione di un ‘sistema premiante’ SMART , allineato alle ‘ambizioni’ del singolo e coerente con l’obiettivo sistemico aziendale.

Quali sono i benefici derivanti dalla costruzione

di un sistema premiante?

  • Coinvolgimento e motivazione dei dipendenti nel raggiungimento dell’obiettivo aziendale
  • Miglioramento delle performance
  • Stimolo al confronto (processo di misura e restituzione del feed-back)
  • Spirito di sana competizione (dimmi come mi misuri e ti dirò come mi comporto)

Articolazione

  • Mappatura della realtà retributiva aziendale e delle ambizioni/esigenze del singolo
  • Progettazione del sistema premiante: scelta del modello
  • Simulazione della sostenibilità ed efficacia del modello
  • Consegna al singolo del sistema premiante: obiettivi e meccanismo del premio
  • Attuazione e rendicontazione dei risultati ottenuti
  • Verifica e celebrazione dei risultati e distribuzione del premio

PERCORSI DI CRESCITA

“Un’organizzazione adulta è quella in cui le persone hanno le conoscenze, le capacità, il desiderio e l’opportunità di avere successo a livello personale in un modo che porta al successo di tutta l’organizzazione.(Stephen R. Covey)”

Coltivare un ambiente di lavoro stimolante non è più sufficiente per trattenere i propri dipendenti e per attrarre i migliori talenti. Le aziende devono dimostrare ai propri collaboratori e ai potenziali candidati che si impegnano per il loro sviluppo professionale, creando percorsi di sviluppo delle competenze che delineino chiaramente la possibilità di crescita sia verticale sia orizzontale all’interno dell’azienda.

Quali sono i benefici derivanti dalla costruzione dei percorsi di crescita?

  • Aumento del coinvolgimento dei dipendenti
  • Fidelizzazione dei dipendenti evitando i costi legati al turnover
  • Migliori performance (persone più skillate)
  • Attivazione della mobilità interna

Articolazione

  • Mappatura delle competenze
    Definizione del profilo ideale per singola posizione: responsabilità, attività, competenze hard e soft
  • Valutazione delle competenze
    Valutazione delle competenze possedute dai dipendenti in forza all’organizzazione e identificazione
    dei gap rispetto al profilo ideale
  • Progettazione di un piano formativo personalizzato
    Costruzione di un piano formativo in grado di allineare le competenze attuali a quelle richieste dall’organizzazione e dal mercato, definendo le metodologie e gli approcci
  • Individuazione di un mentore a supporto
    Individuazione di un mentore che supporti il singolo dipendente nella messa a terra delle nuove competenze e che valuti il suo livello di apprendimento nel tempo. E’ auspicabile l’attivazione di un percorso di coaching personale.